A.S.D. Rambla > Notizie

Aprile 2015

Rambla come l'Italia del '70: 4-3 all'Audace, è finale playoff

28/04/2015 23:17 (0 commenti)

E' la Rambla la seconda finalista dei playoff regionali. La squadra di mister Matarrelli supera l'Audace per 4-3 e domenica prossima affronterà in finale il Gruppo Fassina, che si è imposta sulle vicentine della Giovanile per 2-1.

L'ultima sfida tra le due squadre risale ad appena sette giorni fa, con la squadra veronese che ha bloccato le patavine sul 2-2. Per il match di Vigodarzere tornano a disposizione di mister Matarrelli sia Gaigher, dopo aver scontato la squalifica, che Tasinato, reduce dall'infortunio subito nel match contro il Grisignano.

La squadra di casa parte subito con un atteggiamento offensivo, trovando due buoni spunti nei primi minuti con Ruffato e Vigato. Al 4' primo guizzo di Kofol, sulla quale chiude bene Mohamed. Al 11' Ghigliordini prova a sbloccare il risultato, prima con una percussione sulla quale De Berti chiude in corner, poi con un tiro che esce di poco a lato. Al 15' altra occasione per le ospiti, ma Piccoli a tu per tu con Mohamed non riesce a finalizzare. Al 16' mister Matarrelli decide di dare spazio a Vanfretti e Tasinato, e saranno proprio le due neo entrate a cambiare gli equilibri dell'incontro. Dopo appena 30'' sul tiro pericolosissimo di Vanfretti si oppongono prima De Berti con il piede, poi il palo. Tre minuti dopo è Tasinato a trovare la rete del vantaggio: percussione di Ghigliordini che poi serve la numero 8 delle patavine che deposita il pallone in rete. Al 23' Tasinato segna la rete della doppietta su assist di Vanfretti. La reazione delle veronesi è rapidissima, e dopo due minuti Kofol sigla la rete che riduce le distanze. Al 28' percussione di Gaigher che supera anche De Berti e offre l'assist a Ruffato che mette in rete.

Nella seconda frazione entrambe le squadre si affrontano a viso aperto: la squadra di casa cerca la rete che ipotechi il risultato, le ospiti di riaprire la gara. Al 3' il diagonale di Tasinato esce a lato. Al 4' Mohamed interviene bene sull'affondo di Kofol. Al 8' buona azione corale dell'Audace sulla quale si fa trovare pronta Mohamed. Al 15' le ospiti trovano la rete del 3-2: su un calcio di punizione battuto da Kofol, Mohamed respinge ma non può arrivare sulla seconda battuta del numero 9 veronese. Dopo appena due minuti Vanfretti ripristina il doppio vantaggio: sfiorando il pallone di testa devia la traiettoria quanto basta per ingannare il portiere avversario. Al 24' Tonin prova a superare De Berti con un pallonetto, sul quale interviene con sicurezza il portiere ospite. Mancano due minuti quando le veronesi trovano la rete del 4-3: il tiro di Kofol viene deviato da Ruffato ed entra in rete. Dopo appena 30'' Bonuzzi ha l'occasione del pareggio, ma Mohamed blinda la porta e mette in angolo. Sul finale di partita la squadra ospite prova l'ultima chance, ma sul tiro di Kofol si oppone bene l'estremo difensore delle patavine.

Buona prestazione della squadra di Curtarolo, che grazie al gioco di squadra è riuscita ad avere la meglio sulla squadra di mister Zappola. Complimenti alla squadra veronese che nonostante lo svantaggio maturato nella prima frazione non si è mai arresa, cercando fino all'ultimo di riacciuffare il pareggio.

 

RAMBLA – AUDACE C5 4-3 (p.t. 3-1)

RAMBLA: Barcaro, Carpanese, Vanfretti, Ruffato, Gesiot, Tonin, Tasinato, Mezzasalma, Gaigher, Vigato, Mohamed, Ghigliordini. All. Matarrelli.

AUDACE C5: De Berti, Garagna, Buzzanca, Bonuzzi, Perobello, Zanetti, Garzon, Marogna, Kofol, Scandola, Piccoli, Mambella. All. Zappola.

Reti: 20' pt Tasinato (R); 23'' pt Tasinato (R); 24'45'' pt Koffol (A); 28' pt Ruffato (R); 15' st Koffol (A); 17'30'' Vanfretti (R); 28' st Koffol (A).

 

Addetto Stampa: Nicole Brotto

Rambla, ultimi 60' di lotta: batti l'Audace e spera

16/04/2015 21:32 (0 commenti)

Domenica si disputerà l'ultima giornata del campionato Veneto di serie C, dove i principali traguardi sono ancora in discussione.

Per quanto riguarda la vetta della classifica, prosegue la lotta per il titolo tra Rambla e Real Grisignano. Le vicentine, che domenica affronteranno La Giovanile, sono favorite grazie al vantaggio di due lunghezze. La squadra del Presidente Longo è invece obbligata a vincere contro l'Audace per tenere vive le speranze di promozione diretta; le patavine però non hanno intenzione di arrendersi, e intendono coronare un'ottima stagione nella quale la società di Curtarolo ha conquistato il suo primo titolo regionale.

Nel match di Vigodarzere, "replica" della finale di Final Four, la squadra bluamaranto dovrà fare a meno di Gaigher, squalificata, e Tasinato, infortunata. Dopo aver scontato la squalifica, Michela Carpanese torna invece a disposizione del mister Fabio Matarrelli.

Anche la situazione dei playoff non è ancora definita: oltre a una tra Rambla e Grisignano, è già certa la presenza della Giovanile, mentre la quarta e la quinta posizione sono contese da Gruppo Fassina, Audace e Eagles Rosà.
Come previsto dal comunicato ufficiale del Comitato Regionale Veneto n. 60, che riporta i meccanismi di promozione e retrocessione, è già certa la retrocessione in serie D dell'Alto Astico Cogollo: la squadra vicentina è attualmente il fanalino di coda, e ha già concluso il proprio campionato visto che riposerà nell'ultima giornata.

Addetto Stampa Rambla C5 Nicole Brotto

Rambla, Liparini: "Gruppo molto unito, questa la nostra forza"

01/04/2015 21:36 (0 commenti)

Nel match di domenica scorsa, la Rambla ha conquistato altri tre punti fondamentali per tenere vive le speranze della promozione diretta. A S. Polo di Piave è la squadra di Curtarolo ad imporsi con il risultato di 5-3, grazie alla buona prestazione di tutte le giocatrici patavine; il risultato permette al team padovano di mantenere il +1 sul Grisignano, che però ha giocato una gara in meno.

Al termine della gara, Pierantonio Liparini, che nel match di S. Polo ha sostituito Fabio Matarrelli nella conduzione tecnica della squadra, è soddisfatto di quanto visto in campo: "Oggi non era facile per noi affrontare un avversario ostico come il Gruppo Fassina, una squadra che sa chiudere bene gli spazi e sfruttare le ripartenze in velocità. Voglio fare i complimenti alle ragazze per come hanno gestito l'impegno: tra squalifiche e infortuni questa non era una sfida semplice. Bisogna considerare inoltre che per noi questa è stata la terza partita disputata negli ultimi sette giorni, e nelle due gare precedenti sono state consumate molte energie, sia fisiche che mentali. Possiamo contare su un gruppo molto unito, dove anche chi ha poco spazio si fa trovare sempre pronto: questa è la nostra forza".

Per la squadra di Curtarolo, complice il turno di riposo, mancano solo 60' al termine del campionato: domenica 19 aprile le patavine ospiteranno l'Audace, nella "replica" del primo impegno stagionale (prima partita della fase a gironi di Coppa Italia). A tal proposito, Liparini ha aggiunto: "Adesso abbiamo due settimane di tempo per riposare, e preparare l'ultima partita che per noi vale una stagione".

Addetto Stampa: Nicole Brotto